Perché l’UE vuole un accordo commerciale con il Giappone?

Perché l’UE vuole un accordo commerciale con il Giappone?

L’accordo di partenariato economico UE-Giappone apre il mercato giapponese alle nostre aziende, tutela l’unicità dei prodotti alimentari e delle bevande europee e garantisce il rispetto di standard elevati per la sicurezza degli alimenti e per l’ambiente.

Read more

L’accordo trasmette un messaggio chiaro: non c’è protezione con il protezionismo. Imporre prezzi alti sulle importazioni ha come effetto, nel lungo periodo, l’aumento dei costi per i consumatori e per le aziende europee che puntano sulla qualità. Grazie al taglio dei dazi su abbigliamento, prodotti agricoli e altri beni, questo accordo farà crescere gli attuali 600 000 posti di lavoro in Europa legati alle esportazioni con il Giappone.

Nel luglio 2017, quando sono stati definiti i principi dell’accordo, il Giappone era il terzo più grande mercato di consumo al mondo, ma solo il settimo mercato di esportazione per l’Europa. Questa situazione migliorerà presto. Ad esempio, nei cinque anni successivi alla firma dell’accordo tra UE e Corea del Sud, le esportazioni dell’Unione europea verso questo paese sono aumentate del 55 %.

In alto