Che valore hanno gli accordi commerciali per i nostri agricoltori?

Che valore hanno gli accordi commerciali per i nostri agricoltori?

Gli accordi commerciali sono sempre più importanti per gli agricoltori europei. Si prevede che nei prossimi 10-15 anni, il 90 % dell’aumento della domanda di prodotti alimentari e bevande arriverà da paesi extra-europei. Con l’abbattimento dei dazi e l’accelerazione dei controlli doganali, gli accordi commerciali dell’UE possono aiutare i nostri agricoltori a ottenere un vantaggio da questa crescita.

Read more

Un recente studio per conto della Commissione europea ha mostrato che l’aumento delle esportazioni, in seguito agli accordi commerciali dell’UE con Messico, Corea del Sud e Svizzera, ha creato 20 000 posti di lavoro nel settore agricolo e della produzione alimentare in Europa.

In cambio di una riduzione delle imposte sulle importazioni da parte di altri paesi, gli accordi commerciali fissano anche nuovi limiti sulla quantità esportabile in Europa di alcune merci. Di recente l’UE ha commissionato uno studio sull’impatto di 12 futuri accordi commerciali. Gli autori hanno previsto un vantaggio per i settori caseario e delle carni suine dell’Unione europea, ma anche potenziali rischi per i produttori europei di carne bovina e riso.

Per questo motivo, la politica dell’UE prevede un’apertura parziale del mercato per alcuni settori sensibili. Ad esempio, il recente accordo con il Canada consente l’importazione senza dazi di solo 45 838 tonnellate di carne bovina (pari allo 0,6 % del consumo europeo) da frazionare in cinque anni.

In alto