Risolvere le controversie commerciali difendendo i posti di lavoro e le imprese dell'UE

Condividi questa pagina

Risolvere le controversie commerciali difendendo i posti di lavoro e le imprese dell'UE

Le controversie commerciali tra membri dell'OMC possono essere risolte attraverso dei negoziati. Quando però le controparti non riescono ad accordarsi, possono richiedere ad un comitato dell'OMC di risolvere la controversia e appellarsi quindi al rapporto presentato dal comitato stesso. Se una delle parti non segue le direttive del rapporto, quel paese potrebbe essere soggetto a dazi o altre sanzioni commerciali.

L'Unione europea è tra i membri dell'OMC che applicano attivamente questo sistema quando non è in grado di risolvere una controversia con altri mezzi. In tutti i suoi accordi commerciali dal 2000, l'UE ha messo in atto un meccanismo di risoluzione delle controversie sul modello dell'OMC.

Dal novembre 2014, l'UE ha vinto 9 casi dell’OMC che hanno consentito di rimuovere tasse discriminatorie, dazi doganali illegali e altri provvedimenti in mercati chiave come Russia, Cina, Stati Uniti e Sud America, con un impatto stimato sulle esportazioni dell'UE pari ad almeno 10 miliardi di euro all’anno.

In alto