Accordo con il Messico: una crescita anticipata in un mercato già in espansione per diversi settori europei

Condividi questa pagina

Accordo con il Messico: una crescita anticipata in un mercato già in espansione per diversi settori europei

Dal primo patto commerciale tra UE e Messico nel 2000, le aziende europee hanno già molto da raccontare sulla crescita del loro volume di affari con il Messico e puntano ad un'ulteriore espansione grazie al nuovo accordo. Ecco alcuni esempi:

Il cioccolatiere belga con piani di espansione ancora più dolci

Geller ha in programma di capitalizzare sull'eliminazione dei dazi sul cioccolato, attualmente al 20%, per l'apertura del suo primo negozio in Messico con waffle belgi, cioccolata calda e barrette di cioccolato, per lavorare con rivenditori ed espandere le vendite online.

Sabor y Carácter: formaggi tipici europei tutelati da indicazione geografica protetta

L'azienda fondata in Francia, che sta già crescendo del 20% all'anno dal 2015, prevede un ulteriore balzo in avanti con il nuovo accordo commerciale che elimina dazi che talvolta arrivano al 45% su formaggi con indicazione geografica protetta come Comté, Manchego e Pecorino Romano.

Accelerazione delle procedure e chip elettronici: il produttore di carne di maiale cresce rapidamente

Tello ha raddoppiato le sue dimensioni dal 2012, vendendo i suoi prosciutti, pâtés e altri prodotti a base di maiale in 40 paesi tra cui il Messico, dove il nuovo patto commerciale abbatterà il dazio del 20% sulla carne. L'accordo velocizzerà anche le procedure di approvazione per i produttori come Tello che utilizzano chip elettronici per monitorare la produzione.

In alto