Gli accordi commerciali favoriscono le piccole o le grandi imprese?

Gli accordi commerciali favoriscono le piccole o le grandi imprese?

Sono le aziende più piccole che possono trarre un vero beneficio dalla semplificazione delle norme commerciali.

Read more

Ogni giorno le aziende europee esportano in tutto il mondo merci per centinaia di milioni di euro, dalla Cina al Sud Africa. L’80 % di questi esportatori è composto da aziende di piccole e medie dimensioni, con meno di 250 dipendenti. Nel complesso, sono oltre 600 000 le PMI in Europa che esportano in paesi extra-europei.

Le sfide da affrontare per queste aziende non sono poche. Le tariffe e le complesse norme doganali generano dei costi che le aziende più piccole non possono affrontare con la stessa facilità dei concorrenti di dimensioni più grandi.

Gli accordi commerciali dell’UE permettono di alleviare quest’onere favorendo le piccole aziende esportatrici, che in media crescono sette volte più rapidamente rispetto a quelle che non esportano. Gli accordi commerciali aiutano anche le grandi aziende dell’Unione europea ad aumentare le esportazioni e a rifornirsi del materiale necessario per realizzare i prodotti finali. Oltre alle grandi aziende europee, le società a capitale estero danno lavoro a più di 7 milioni di persone in tutta l’UE.

Spesso le grandi aziende non hanno bisogno degli accordi commerciali, perché dispongono delle risorse necessarie per penetrare nei nuovi mercati esteri. Sono le aziende più piccole che possono trarre un vero beneficio dalla semplificazione delle norme commerciali. Per questo motivo, nell’ambito della nuova strategia commerciale, nel negoziare gli accordi di libero scambio l’UE tiene soprattutto in considerazione le problematiche e gli ostacoli con cui si scontrano le piccole aziende. La sfida sta nell’informare le piccole aziende delle opportunità create dagli accordi commerciali e nell’aiutarle a trarne vantaggio.

Una ricerca dell’Organizzazione mondiale del commercio mostra che le PMI più dinamiche sono le prime a cogliere le opportunità offerte dalle aperture di nuovi mercati.

In alto